Utenti Online

No

Messaggi Privati

Non sei identificato sul sito.

Banner

Chrome OS, Google prepara il nuovo sistema operativo.

Stampa E-mail
(1 voto, media 4.00 di 5)
Scritto da Veleno77   

Google scopre le carte in tavole e annuncia l'imminente sviluppo di un sistema operativo "fatto in casa". Dopo il parziale gradimento di Google Chrome come browser per internet (gradito soprattutto per la sua leggerezza), e dopo l'entusiasmo per la piattaforma Android per telefonia mobile, anche se Nokia ha recentemente dato il due di picche a Google preferendo rimanere a Simbian, il re dei motori di ricerca si fionda su una nuova avventura, creare un sistema operativo.
Google Chrome OS, sarà a detta dei portafoce ufficiali, un sistema leggero, sfruttando a grandi linee l'interfaccia di Chrome, ingloberà tutte le applicazioni di uso comune ed è orientato ad un uso Desktop, soprattutto sui Netbook.

"Come abbiamo fatto per il browser di Google Chrome, stiamo tornando alle basi e stiamo ridisegnando completamente l'architettura di sicurezza del sistema operativo in modo che gli utenti non hanno a che fare con virus, malware e gli aggiornamenti di sicurezza. Essi dovrebberò preoccuparsi solamente di lavorarci sopra." Questo il pensiero comunicato dalle note ufficiali.
Il nuovo sistema operativo, che vedrà la luce presubilmente nell'arco del prossimo anno, girerà su architetture X86 e ARM. Inoltre Google ha esplicitamente dichiarato che Android e Google Chrome OS, avranno due sviluppi separati, anche se molti saranno i punti di incontro, essendo entrambi comunque dichiaratamente pensati per le applicazioni Web-based, ed entrambe saranno basate su un kernel Linux e attualmente dichiarati come progetti Open Source.


Ovviamente il colosso di Mountain View ha tutte le capacità per poter affrontare questa enorme sfida, sia per l'esperienza maturata in questi anni, sia per il capitale a disposizione che per la posizione dominante che ha in rete. Sicuramente c'è chi esulterà per questa nuova mossa di Google e chi intravederà l'imminente declino del monopolio Microsoft. Se molti attendono con ansia l'uscita ufficiale di Windows 7, grazie alle sue buone performance in termini di leggerezza e solidità, un OS ultraleggero, totalmente compatibile con le applicazioni web ed inoltre targato Google, potrebbe realmente aprire un breccia nel panorama dei sistemi operativi.


Io invece vado controtendenza e grossomodo la penso come il redattore Renai LeMay di ZDNet.Australia, nota rivista online di informatica e tecnologia di cui vi linko il suo intervento, e come lui dico apertamente NO GRAZIE, ABBIAMO UBUNTU. Effettivamente è il caso di aver bisogno di un'ennesima distribuzione Linux? Proprio ora che grossomodo si stavano stabilizzando le attuali distribuzioni e , volenti o dolenti , una su tutte stava avendo un peso considerevole rispetto agli altri in ambito Desktop, parlo ovviamente di Ubuntu, arriva un'altro concorrente, per di più con alle spalle un gigante economico.


Sia chiaro, ben venga una concorrenza, ma non sarebbe stato meglio per la comunità e per il mondo open source e legato a Linux, che Google fosse entrata in campo sponsorizzando o partecipando attivamente ad una distribuzione già esistente, piuttosto che fare tutto da sola? La comunità ne avrebbe giovato di più e sicuramente in minor tempo... Inoltre riprendendo l'intervento del redattore di ZDNet, c'è da considerare che comunque i prodotti "open Source" di google sono comunque "troppo" legati ad esso, lo stesso Android e legato a Gmail, così il nuovo OS sarà sicuramente legato alle Google Apps. C'è da chiedersi quindi se è giusto abbattere un monopolio per averne un'altro?


Boccio personalmente questa iniziativa di Google, perchè anch'io avrei preferito che denaro e sviluppatori si fossero uniti ad altri progetti già esistenti per far crescere più in fretta il nostro mondo.

Se volete potete discuterne sul nostro Forum.